IL CORPO COME VEICOLO DI TRASMUTAZIONE ALCHEMICA E ASTRONAVE SPAZIALE

Da tempi remoti, nelle religioni e pratiche spirituali, vengono sempre trattati solo i corpi sottili, pensando che solo loro possono elevarci alla dimensione spirituale d’amore divina. Il corpo fisico viene unito e considerato sul piano spirituale solo dal Tantra che è una disciplina antichissima che ha cambiato nel tempo e che, finalmente, è stata caricata di molti luoghi comuni che la screditano, pensando che sia una disciplina sessuale e godereccia, quando non è per nulla così.

Trovo che sia davvero il momento di riconoscere il nostro corpo fisico per ciò che veramente è. La tecnica che utilizzo nelle mie sedute, è principalmente quella che usa il corpo fisico come portale per accedere all’Anima e allo Spirito, alle altre dimensioni e linee di tempo a cui siamo legati. Finché vogliamo vivere nella separazione, è una nostra scelta, ma dobbiamo sapere che il corpo è uno strumento incredibile di trasmutazione che è bene conoscere, per questo ho deciso di parlarvene.

Innanzi tutto, il corpo è un veicolo, io dico sempre che è un’astronave e che ci serve per muoverci nello spazio tempo e mettere ordine dove non c’è, creando nuovi equilibri più autentici. Senza il corpo noi non potremmo essere qui, ma soprattutto, non potremmo fare l’esperienza evolutiva che veniamo a fare perché proprio il corpo è il campanello di allarme principale che abbiamo, è quello che percepiamo in modo più chiaro e tangibile e che non ci inganna mai.

Il corpo ha miliardi di recettori tangibili e intangibili, la sua rete neurale, che costituisce un vero e proprio circuito elettrico sempre in movimento, il cuore che non si ammala mai e batte sempre dandoci la vita e permettendo il flusso organico nel corpo, neurotrasmettitori, ormoni, insomma una vera macchina ingenieristica perfetta, anzi direi, di una perfezione tale, che abbiamo nettamente sottovalutato la sua funzione limitandoci a un uso fisiologico e biologico, ma c’è molto altro.

Quando l’Anima si incarna porta con sé tutta l’informazione che viene trasmessa e assorbita nel corpo fisico. Direi più precisamente che, il corpo fisico è l’anima raddensata che si manifesta in questa dimensione. Per cui nei famosi chakra o nei punti di agopuntura presenti ovunque nel corpo, nei meridiani e oltre, vi è un flusso energetico che ci connette continuamente con la nave del tempo spazio che ci porta nella altre linee di tempo, che smetterei di chiamare vite passate perché passato, presente e futuro sono qui e ora, sempre accessibili e di fatto, ci spostiamo continuamente nelle linee di tempo senza rendercene conto.

Siccome subiamo questi spostamenti, è arrivato il momento di rendersi conto che li possiamo fare in modo più consapevole e addirittura, entrare in uno stato alfa, tale per cui, gli spostamenti possono essere diretti alla guarigione di memorie emozionali che portiamo con noi. Attraverso punti del corpo possiamo attivare le memorie ed entrare nell’informazione contenuta. A questo punto, il corpo sa cosa fare, creerà le reazioni necessarie percepite come dolore, per trasmutare le emozioni limitanti trattenute e accumulate. In realtà, questo lo fa tutto il tempo e noi non glielo permettiamo, perché al primo sintomo, prendiamo qualcosa che lo addormenti.

Il corpo ha capacità di autoguarigione se gli lasciamo fare il suo lavoro e lo aiutiamo in questo. Esistono molti luoghi comuni che non permettono di fargli fare il suo lavoro per bene e senza intromettersi. Quando le streghe, che io inizierei a chiamare guaritrici o donne medicina, usavano le erbe per alleviare il dolore, più che alleviarlo usavano metodi che aiutavano i processi fisiologici, emotivi ed energetici necessari per arrivare alla guarigione in modo più veloce.

Il corpo sa quando è ora di passare di stato, lasciare il corpo come si dice di solito, la medicina ha dato la possibilità di allungare la vita ma, spesso, in condizioni tali che la vita stessa non viene onorata, ma forzata e non si accetta la morte, creando più vita che non può esser vissuta degnamente.

Il corpo fisico è in procinto di iniziare una profonda trasformazione a uno stato di frequenza più elevata. Questo comporta una trasmutazione cellulare profonda che porterà le cellule a cambiar conformazione e anche il nostro Dna e l’informazione contenuta. I registri akashici di memorie stanno venendo cancellati perché integrati nella coscienza collettiva, situazione necessaria per poter evolvere. Per farvi capire diventeremo simili al vetro…. questo è il passaggio necessario e, quindi, imparare a comprendere il nostro corpo e guidare l’astronave diventa sempre più urgente, per chi si sente pronto a comprendere questo salto di dimensionalità che, al principio, può creare molte problematiche.

Parlerò di questo in un secondo articolo. Per il momento ricordatevi che siete parte di questa trasformazione che vi porterà ad avere più conoscenza e più potere su di voi, vi aiuterà a diventare veri e propri piloti della vostra astronave e non desidererete più che gli alieni vengano a prendervi perché ve ne andrete voi quando volete. Il corpo fisico può viaggiare nel tempo spazio fino al centro della galassia e molto più, per acquisire tutto ciò di cui ha bisogno.

Questa trasmutazione avviene attraverso la trasformazione e integrazione delle memorie, dei pesi che ci portiamo dietro, del benedetto karma (lezioni di vita), dei registri akashici di dolore e grazie al corpo questi vengono liberati e integrati….ringraziarlo sempre, onorarlo, amarlo è fondamentale per far avvenire questi processi in modo armonioso e amoroso. Imparare il suo linguaggio è fondamentale….non possiamo essere vetro se non abbiamo una struttura interiore trasparente e pulita…

Il linguaggio del corpo è da secoli, uno strumento diagnostico fondamentale. Sappiamo che mentre la mente fa mille ragionamenti e può giustificare ogni cosa, rendendoci ciechi, il corpo quando parla dice sempre la verità, quella verità che non vogliamo proprio vedere e al conoscere il suo linguaggio, entriamo nel campo della comprensioni e presa di responsabilità verso noi stessi, dovendoci ammettere alcune cose che possono essere scomode. Ci sono persone che conosco che convivono con i dolori tutto il tempo, come mai sono arrivati a pensare che sia normale avere un mal di schiena, piuttosto che una gastrite?

Per fortuna il corpo parla e ora più che mai. Come scrivevo nell’articolo precedente, siamo in un momento in cui ci viene richiesto di radicarci nel corpo fisico che sta per diventare qualcosa di più leggero e meno denso rispetto a una volta. Per affrontare questo processo di trasmutazione, siamo tutti alle prese con l’ascolto, la cura, la comprensione del suo linguaggio, la trasmutazione di tutte quelle memorie che lo appesantiscono rendendolo così separato dal corpo di luce, da quella parte di noi che è costituita principalmente da fotoni, quelle particelle che hanno massa infinitesimale rispetto alle particelle del fisico.

Anche noi siamo fatti di fotoni. Ci sono momenti nella vita in cui brilliamo letteralmente e le persone se ne accorgono e ci chiedono cosa abbiamo fatto?!?! Vi siete mai chiesti come mai?

Quando tremiamo, quando sanguiniamo, quando abbiamo la febbre, quando abbiamo la dissenteria ecc. questi processi servono per ripulire dentro, non solo la parte organica dell’Essere ma anche quella sottile. Vi siete mai accorti che dopo una lunga febbre sembriamo diversi? più puliti? Sapete che il digiuno è il metodo migliore per aiutare questi processi interiori di pulizia? Imparare ad aiutare il nostro corpo a procedere e ad autoguarirsi è fondamentale.

Radicarsi nel corpo vuol dire entrar in contatto con il dolore che si è accumulato nel tempo. Tu sei frutto di migliaia di anni di esperienze ed evoluzione, oggi li porti con te e quel peso ti appartiene e va onorato e lasciato andare grazie ai processi quotidiani e al miglioramento di se stessi, imparando a guardarsi, accogliersi, ascoltarsi. Il corpo di luce avrà una vibrazione molto più elevata e richiede leggerezza. Questo processo è già iniziato ma si intensificherà da maggio 2018 e richiederà tempo e molta pazienza, perché il passaggio obbligato che ognuno di noi ha scelto di vivere, sarà lungo. Tutto ciò che richiede tempo ha il potenziale di durare, perché si radica profondamente nell’Anima.

Il dolore con cui entriamo in contatto al radicarci è ciò che si rifugge di più perché fa male. La nostra famiglia rappresenta le radici primarie in questa esistenza attuale e andare a sanare quei legami attraverso l’accettazione delle persone e degli eventi, pur dolorosi, è fondamentale per sentirsi accolti su questo Pianeta. Il corpo di luce che è composto da particelle leggere, con una massa minima, richiede, appunto, una guarigione interiore. Per cancellare le memorie akashiche di ognuno, c’è bisogno di entrare in contatto con ciò che impedisce la pienezza, la leggerezza, l’amore verso se stessi e  gli altri.

L’astronave spaziale di cui siamo dotati ha molte più qualità di quanto ci immaginiamo, impareremo a conoscerle nel tempo, oggi ciò di cui vi parlo sembra assurdo, vi riproporrò questi articoli più avanti, quando saremo immersi nel processo…. e sarà molto utile riconoscere cosa accade…per questo è molto utile avvicinarsi al linguaggio del corpo, alla decodifica dei sintomi, dei meridiani e tutto ciò che può servire per comprenderlo.

Grazie al corpo fisico possiamo fare viaggi astrali senza perderci, perché lui ci ancora. Grazie al corpo fisico possiamo comprendere e liberare processi interiori, ci permette di sentire, vivere, godere e molto altro, insomma può davvero essere una astronave solo se alleggerita e questo è ciò che ci aspetta. Nel processo saremo insieme.

Smettere di identificarci nelle memorie, in ciò che è stato e siamo stati è parte di questo processo, per assumere la nuova forma serve lasciar andare tutto, onorando ciò che è stato perché è parte di noi, della nostra Anima meravigliosa… ma ciò che è stato continua a vivere nel presente se noi lo permettiamo attraverso l’identificazione. Nella nuova forma, appunto, questo sparirà…potrebbe avvenire una crisi di identità, ciò che abbiamo pensato di essere per tutto questo tempo, ora non è più. Allora chi siamo? grandi sorprese ci aspettano… un passo alla volta…. sicuramente sapere cha abbiamo le ali ;)

Ollin

Flor de Lis nuovo percorso

Vogliamo farti ampliare la visione di te stesso e della vita, attraverso una conoscenza approfondita e integrata di ogni parte di te.

Conferenze Guarigione emotiva

Vogliamo farti ampliare la visione di te stesso e della vita, attraverso una conoscenza approfondita e integrata di ogni parte di te.

Titolo

Torna in cima